Powered by Blogger.

Angel-A (2005)

martedì 18 novembre 2008

Francia - Commedia - B/N - 90'
di Luc Besson

Sul punto di suicidarsi André si imbatte in una bellissima ragazza che lo aiuterà a riscattarsi.

Angel-A è un atto d'amore, come si è detto, di Besson per la sua città, Parigi, visitata, ammirata, vissuta dai due protagonisti e ritratta come in cartolina, in ogni sequenza, dal regista. Ma l'atto d'amore, di per sè, non basta a scagionare un film che suscita, dopo un po', principalmente noia. Ebbene sì, non è bello parlar male di Besson, specie sotto il profilo dell'intrattenimento, dato che di solito ai suoi film non manca certo l'azione, ma Angel-A, bisogna dirlo, non convince affatto. E' solo la bellezza di Rie Rasmussen a tenerci incollati alla poltrona, dotata di un fascino esasperante, sovrumano, che si adatta e sovrasta quello della città che le fa da sfondo. La storia d'amore è di certo scadente, poco credibile, forzata e affrettata in un finale semplicistico e raffazzonato. Se volessimo vedere il film come la redenzione di un uomo dal fallimento, un inno all' ama te stesso, avremmo da obiettare che per novanta minuti succede poco o nulla, e a parte due-tre scene interessanti, il resto della proiezione è mera pellicola in più.

cinque

5 commenti:

# honeyboy 25/11/08, 22:28  

diamine
io amo besson (leon è uno dei film della mia vita), questo però non l'ho visto, prima o poi lo farò, spero che la mia reazione sia diversa ^^


# liuis 30/11/08, 17:28  

tanto di cappello a Leon, e anche a Besson.


# nickoftime 03/06/09, 15:46  

Una favola che ho apprezzato molto


#
Anonimo 12/09/09, 01:29  

Il protagonista non è lui, non è lei. Semplicistico applicare al film paramtetri di valutazione commerciali. Bello!


#
Lou 03/10/09, 11:36  

come mai la recensione di un film del 2005?
be' con parigi e qs famme fatale che nn conosco vale senza dubbio la pena di vederlo




Scrivi un commento