Powered by Blogger.

Il dubbio (2008)

lunedì 2 febbraio 2009

(Doubt) - USA - Drammatico - 104'
di John Patrick Shanley

Anno 1964, in una scuola cattolica americana un prete è sospettato di riporre attenzioni particolari nei confronti di un giovane studente di colore.

immagine

Il Cinematografo, la trasmissione della domenica notte di Rai Uno, è condotta da un presentatore che di cinema non gliene può fregare di meno, e non cerca nemmeno di nasconderlo, ma si affida alle voci di un poker di critici, sempre gli stessi, che si pronunciano sui film della settimana. C'è la mummia di Gian Luigi Rondi affiancata dalla salma femminista americana repubblicana moglie di Giuliano Ferrara, e un odiosissimo tizio coi baffi vestito sempre come se fosse caduto sul guardaroba, che mi sta sulle palle a tal punto che se capita che gli sia piaciuto un film che è piaciuto anche a me, cambio opinione sul film.
E poi ci sono Valerio Caprara e Gregorio Napoli, le due persone per le quali vale la pena di vedere questo programma.

Ed è dalla bocca di Gregorio Napoli nella puntata di ieri notte che è uscita la definizione perfetta per Il dubbio: accademia di recitazione.
Ci si lascia trasportare dalla incredibile performance dei tre attori in una solida sceneggiatura che la sostiene ampiamente per tutta la durata, offrendo anche qualche interessante spunto di analisi dei personaggi e riflessione sull'accaduto. Ma come altri film tratti da testi teatrali - vedi ad esempio Americani ('92) - Il dubbio altro non è che recitazione allo stato puro. E questo per me è già abbastanza.

sette

5 commenti:

# Asgaroth'sMidnight 02/02/09, 15:36  

..in effetti deve essere un gran film e la parte di Meryl Streep sembrerebbe molto interessanete, sono sicura che la renderà al meglio!
non vedo l' ora di vederlo u_u


# cinemasema 07/02/09, 16:18  

Accademia di recitazione: definizione interessante. Pertanto un film da vedere.


#
Claudia 08/02/09, 00:06  

E', un film da vedere.
Comunque.
:)


# Steven 17/02/09, 23:20  

Questo film deve essere interessante. A parte che Meryl è strepitosa e magnifica ed è la mia attrice preferita e credo che non ci deluderà proprio! Comunque andrò a vederlo in questi giorni (un pò in ritardo lo so ma sono stato un pò impegnato e di solito non mi perdo mai una prima)e poi vi farò sapere...CIAOOO!!!


# cinemaleo 14/04/09, 16:20  

Un atto d’accusa a ogni forma di intolleranza, fanatismo, pregiudizio (tema oggi più che mai importante).
Bellissimo testo, grandissima interpretazione da parte dell’intero cast.
Grande grandissima Meryl!




Scrivi un commento