Powered by Blogger.

Ponyo sulla scogliera (2008)

venerdì 20 marzo 2009

Giappone - Animazione - 100'
di Hayao Miyazaki

immagine
Devo ammettere che di animazione giapponese ne so poco, e in particolare di Miyazaki conoscevo solo la serie di Conan, che seguivo da bambino in tv. Ma leggendo le parole spese per Ponyo sulla scogliera (capolavoro, magia, lacrime, brividi) forse ero partito con troppe aspettative. Ho apprezzato tantissimo i disegni: fluidi, dinamici (vedi la scena di Ponyo che corre sulle onde) e bellissimi con il loro fascino di "carta e colori" ai quali ultimamente ci hanno disabituati. D'altro canto la mancanza di un vero antagonista, la scarsa prospettiva sui personaggi, la trama poco nitida, fanno sì che Ponyo non vinca la sfida con la durata, appiattendosi ed allungandosi, particolarmente nella seconda metà. Forse più adatto ai bambini che agli adulti. Nel complesso, per me, deludente.

sei

7 commenti:

# Smilla* 21/03/09, 10:01  

questo in particolare non l' ho visto, ma di Miyazaki ho avuto modo di vedere (e rivedere ripetute volte XD) "La pincipessa Mononoke" e "la Città incantata".. devo dire però che a me piace tantissimo la scrittura giapponese e i suoi film in effetti sono ricchi delle suggestioni e delle atmosfere sognanti tipiche della letteratura, se però a te non piace sarà sicuramente più difficile che ti piacciano i suoi film. io ti consiglio di provare a vedere uno dei due che ti ho citato :)!


# liuis 21/03/09, 14:14  

Ho visto "La città incantata" ieri sera, e per quanto permangano alcuni aspetti che non condivido (l'eccessivo buonismo in primis) è notevolmente superiore a Ponyo.


# La casa stregata 21/03/09, 17:12  

aggiungo "il castello errante di howl", bellissimo, da evitare "kiki consegne a domicilio". La principessa mononoke è molto bello, in effetti la città incantata lo è un pò di meno. Ma resta la bellezza delle immagini di un maestro dell'animazione che per fortuna usa ancora carta e matita.


#
Anonimo 25/07/09, 16:29  

Un film come Ponyo è riuscito ad esaltarmi. Il fatto è che ci si trova di fronte ad una fiaba...in assenza di un antagonista...se ci penso su un po' mi verrebbe da dire: "e che palle!ma allora che succede?!". Invece il film, caratterizzato da una quasi totale assenza di sentimenti negativi è riuscito a stupirmi e questa è una sensazione che si prova già quando si inizia a guardarlo. L ho trovato un po' difficile da apprezzare per chi è troppo abituato, forse, ad un cinema o ad una cultura magari eccessivamente "occidentalizzati" (me compreso). Per questo penso che anche i bambini come gli adulti possano trovarlo noioso. Non mi è sembrato affatto un film buonista. Oltre alle riflessioni che genera colpisce soprattutto il piacere che si ha mentre lo si guarda


# alicesu 24/10/09, 03:52  

Macchè. Credo di capire il tuo "problema" con il regista. Cerchi una profondità diversa da quella che lui dà. Che detta così non significa un cazzo. Però anche io lo odiavo, un tempo: avevo visto la città incantata due volte, al cinema, e continuavo a pensare che fosse una stronzata megagalattica e non avevo il coraggio di dirlo, perché tutti gridavano al capolavoro.
Poi, bho, qualcosa è cambiato. Ed il traporto nel sogno che a volte appare come un incubo, od un sogno cupo o comunque un qualcosa di inquietante, ha preso il sopravvento.
E se totoro non ha una storia, sdraiarsi sulla sua pancia e dormicchiare, pacificamente, non ha prezzo.
E se pulire le vasche per gli spiriti può sembrare noioso e stupido, le piccole pallette di fuliggine fanno sorridere e l'intero mondo risulta più poetico. Del tipo: accettiamo quello che viene e facciamo finta di essere lì.
in ponyo non serve, che so, l'antagonista. La sola corsa col mare in tempesta incute paura e angoscia e l'arrivo a casa è un rilassarsi senza pari.
Alla fine si può parlare di cinema in molti modi e lo si può vivere in mille altri ancora. Ma questo non sono certo io a dovertelo precisare...
mi sa che passo la notte a leggere il blog.


# liuis 24/10/09, 16:30  

Certo, a parte i film di Vanzina, tutto fa cinema ;)


#
Anonimo 15/06/11, 23:05  

ma che film hai visto??? Ponyo è una chicca!!....De gustibus, cmq avere troppe aspettative può essere deleterio. Io l'ho visto credendo di trovarmi di fronte a una favoletta per bambini, e in effetti è così..ma una favola ben confezionata come poche!!




Scrivi un commento